Sì, avete sentito bene gente, forse è paranoia o forse realtà alla quale non ci abbiamo neanche pensato.

Orami con tutti questi attacchi Hacker, Ranmsoware, Bug sui processori e gli ultimi alle Kryptovalute, la nostra sicurezza è una utopia e fra queste incertezze, sentiamo anche cose che difficilmente riusciamo a credere.

Tecnicamente è possibile hackerare un computer entro un raggio di 100 metri senza connessione Internet attiva o connettività Bluetooth. Sì, per gli hacker è possibile hackerare un computer tramite dispositivi non Bluetooth, come il mouse e la tastiera wireless e installare Malware o Rootkit sul tuo computer. Quel dongle dall’aspetto minuscolo collegato alla porta USB per collegare il mouse o la tastiera al PC non è così innocente come pensiamo.

La connessione tra il piccolo dongle e il mouse non è crittografata; così, il dongle accetterebbe qualsiasi comando apparentemente valido. Questo è comunemente noto come “MouseJack Attack“.

Mentre la maggior parte dei produttori di tastiere crittografa il traffico tra tastiera e dongle nel tentativo di impedire spoofing o dirottamenti, alcuni rimangono ancora non criptati e alcuni dispositivi non riceveranno mai alcuna patch per questo.

L’attacco potrebbe consentire a un hacker malintenzionato, entro un raggio di 100 metri dal computer di intercettare il segnale radio tra il dongle collegato al computer ed il mouse. L’hacker può quindi inviare pacchetti che generano sequenze di tasti anziché clic del mouse, consentendo all’hacker di indirizzare il computer verso un server o un sito Web malevolo in pochi secondi.

Molti di voi ne sono già consapevoli, ma questo articolo è per quei fanatici che si aggirano nei siti e per placare la loro sete di nuove abilità o hack e aggiungere una nuova abilità al loro skillset.