Le capacità degli hard disk continueranno a crescere nei prossimi anni grazie alla sperimentazione e all’adozione di nuove tecnologie.

Seagate, insieme alla Western Digital, sono sempre molto attive da questo punto di vista, in particolare la Seagate si è concentrata sulla velocità di lettura e scrittura dei dati.

Seagate promette infatti hard disk il doppio più veloci di qualsiasi cosa vi sia sul mercato in questo momento …. come ? Grazie alla “multi-actuator technology

Di cosa si tratta? Il concetto è semplice e l’idea non del tutto nuova. Seagate ha già creato in passato dischi con più attuatori, ma si trattava di soluzioni troppo costose, quindi economicamente svantaggiose. La maggior parte degli hard disk legge e scrive dati da e verso più piatti. Ad esempio il disco più capiente di Seagate in questo momento conta fino a 8 piatti e 16 testine.

Le testine, che sono connesse alla fine del braccio di un attuatore, leggono e scrivono dati da e su entrambi i lati di ogni piatto. Purtroppo quelle 16 testine sono tutte allineate sullo stesso braccio, il che significa che si muovono tutte all’unisono. Allo stesso tempo non è possibile allineare tutte le testine su tutti i piatti a causa delle tracce dati estremamente sottili, quindi solo una delle testine è attiva nel compito di lettura e scrittura in un dato momento. Questo limita il throughput di lettura e scrittura e le prestazioni con i dati ad accesso casuale.

Il nuovo progetto di Seagate usa due insiemi di bracci attuatori che operano in modo indipendente. Ognuno ha otto testine. Questo significa che il disco può leggere da due testine alla volta, a patto che siano collegate a differenti bracci. L’unità può rispondere a due comandi in parallelo e una testina può leggermente mentre l’altra può scrivere, o entrambe possono leggere o scrivere simultaneamente.

Visualizza il video

L’animazione creata da Seagate sembra mostrare un ulteriore magnete attuatore – sull’estrema sinistra – che si occupa dell’assemblaggio VCM (Voice Coil Magnet) che sposta il braccio per il posizionamento delle testine. Questo attuatore aggiuntivo probabilmente impatterà leggermente sui costi, anche se entrambi i gruppi di bracci lavorano sullo stesso punto di rotazione, cosa più conveniente rispetto a un assemblaggio totalmente separato.

In questo modo Seagate mitiga il problema dei costi affrontato in passato con i primi modelli con più attuatori. Il singolo fulcro aiuta anche a ridurre l’uso di componenti ridondanti. Ciononostante è lecito attendersi un leggero aumento di peso e il consumo.

Seagate non ha detto se i nuovi dischi con più attuatori aderiranno al form factor standard da 3,5 pollici, ma dovrebbero, dato che assicura un’ampia compatibilità con l’infrastruttura esistente.

Seagate ha intenzione di accoppiare la tecnologia HAMR con quella “multi-attuatore” per arrivare a garantire quattro volte la capacità e due volte le prestazioni delle unità esistenti. La nuova soluzione potrebbe inoltre in futuro arrivare a usare più di due attuatori, ma ciò chiaramente si verificherà solo con il miglioramento dei processi di produzione.

Fonte Seagate