CASERTA (luigi vincenzo repola) – Non sembra aver pace l’Azienda Sanitaria Locale di Caserta. L’ultima querelle riguarda la nomina del Data Protection Officer (DPO), figura professionale incaricata di gestire la sicurezza e il trattamento dei dati sensibili, divenuta fondamentale alla luce delle ultimissime norme europee.

Leggi Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.