GDPR, i sei punti fermi che aziende e p.a. non possono ignorare

Nessuna aspettativa di deroghe o proroghe per l’operatività del GDPR, ma permangono incertezze per aziende pubbliche e private su aspetti in cui il Regolamento rimanda alle normative nazionali.

Ancora atteso in Italia un nuovo decreto legislativo di adeguamento alle regole UE, ma dal 25 maggio scatteranno comunque le sanzioni, mentre gli interessati potranno esercitare e far valere più estesi diritti. Sei i principali punti fermi messi a fuoco  nell’ultima circolare di Federprivacy sulle questioni di diritto transitorio.

Leggi Comunicato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *